Log inUsernamePassword
Connessione automatica ad ogni visita    
Registrati
Registrati
Messaggi privati
Messaggi privati

Indice del forum » Rapporti tra Proprietario e Inquilino


Nuovo argomento   Rispondi
contratto e allaccio utenze
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
annased



Registrato: 10/10/09 15:28
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Sab Ott 10, 2009 3:37 pm    Oggetto: contratto e allaccio utenze Rispondi citando

Salve,
tra poko dovrei firmare un contratto di locazione 4+4 per un appartamento.
L'appartamento è completamenye ristrutturato e vuoto da mobili.
Nello stesso va fatta rikiesta per allacciare le utenze di energia elettrica, gas e acqua.
Mi chiedo:essendo l immobile nuovo di zecca ed essendo io l affittuario futuro, spetta a me fare richiesta per allacciare le utenze o spetta al proprietario farmi trovare le utenze attive cosicchè io me le intesti soltanto?
La casa è provvista già di termosifoni ma serve la caldaia per farli funzionare: è obbligo del proprietario farmi gia trovare la caldaia o devo comprarla ed installarla io?
Cosa dice la legge in merito?
Grazie ancora AnnA...
Top
Profilo Invia messaggio privato
geomterracciano



Registrato: 21/05/07 15:27
Messaggi: 1637
Residenza: TARANTO

MessaggioInviato: Sab Ott 10, 2009 3:56 pm    Oggetto: Rispondi citando

Gentile Anna, buonasera.
Poichè l'immobile da prendere in locazione è nuovo, questo deve per forza avere tutti gli allacciamenti, anche perchè normalmente provvede il costruttore e addebita gli oneri degli allacciamenti agli acquirenti.
Probabilmente li ha confusi con il contratto di fornitura che è cosa ben diversa.
Infatti se deve fare il contratto con l'ENEL, ad esempio, dovrà specificare che la casa è nuova, mai abitata, per cui sarà la prima ad avere il contatore e la prima ad avere un contratto di fornitura, così per l'acqua e così per il gas metano.
Penso proprio che lei si riferisse ai contratti di fornitura.
Chiarito questo problema, se l'immobile è dotato di riscaldamento autonomo, deve, gioco forza, avere anche la caldaia autonoma per farlo funzionare e per erogare acqua calda.
Mi pare superfluo aggiungere che l'onere è a carico del locatore e non certamente suo.
Mi sembra oltremodo superfluo chiedere se in proposito c'è una legge, perchè c'è la legge che le garantisce di prendere in affitto un alloggio con tutti i confort, quindi munito di impianto autonomo funzionante.
Visto che lei non ha alcuna esperienza, le suggerisco di farsi assistere opportunamente nella lettura del contratto di locazione che formulerà il locatore, prima di apporre la sua firma per accettazione.
Cordiali saluti
geom. Oreste Terracciano
Top
Profilo Invia messaggio privato
annased



Registrato: 10/10/09 15:28
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Sab Ott 10, 2009 6:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

In casa mancano proprio i contatori è quello il punto ed il proprietario nn so se intenzionalmente mi ha kiesto di provvedere a fare rikiesta dei servizi per nn farsene oltremodo carico.
I termosifoni per giunta sono staccati dal muro e verranno affissi definitivamente una volta installata la caldaia ke a dir del proprietario deve essere totalmente a carico mio.
Ora,siccome nn mi era mai capitata una situazione del genere, chiedevo appunto se i miei dubbi erano fondati o no.
Va bene che l'allaccio delle utenze e quindi l'intestazione delle stesse deve essere fatta ovviamente a mio nome, ma rikiedere addirittura di tutto punto anche i contatori nn penso debba essere una spesa che devo affrontare io.
Mi è stato assicurato che i lavori di rifinitura (montaggio di lampadari, placchette al muro per le prese elettriche,maniglie alle porte, cassettine per i contatori suddetti) verranno terminati tra un mese, ma nn vorrei entrare tra un mese e trovare ancora i termosifoni appoggiati per terra ed avere un interruttore elettrico che nn produca luce.
Prima di firmare volevo sapere se insistendo potevo far valere le mie ragioni...a quanto pare si!

La ringrazio per le precisazioni e le porgo cordialmente i miei saluti.
Grazie ancora, AnnA.
Top
Profilo Invia messaggio privato
geomterracciano



Registrato: 21/05/07 15:27
Messaggi: 1637
Residenza: TARANTO

MessaggioInviato: Sab Ott 10, 2009 7:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

Cara Anna, forse non ci siamo capiti:
di sicuro mancano i contatori, su questo non ci piove, il perchè è presto detto:
la casa è nuova, nessuno ancora l'ha abitata per la prima volta, quindi non vedo perchè lei vorrebbe trovarci i contatori, forse non sa che la installazione dei contatori per la prima volta la richiede colui che deve intestarsi il contratto di fornitura, in questo caso LEI.
Chiaro il concetto?
Poi, mi chiedo: chi le ha detto che l'ENEL si fa pagare il contatore della luce?
A me non risulta.
LEGGA QUANTO LE CHIEDE L'ENEL:

Nuovo contratto - Abitazione

Hai bisogno di stipulare un nuovo contratto di energia elettrica nella tua nuova abitazione ? Si parla di nuovo contratto quando non esiste il contatore già installato sul posto.

* Informazioni da conoscere
* Documenti da fornire
* Cosa fare

Informazioni da conoscere

*

indirizzo dell’abitazione da allacciare
*

codice fiscale della persona alla quale deve essere intestato il contratto
*

indirizzo dove inviare le bollette, se diverso da quello dell’abitazione da allacciare
*

principali elettrodomestici che si prevede di utilizzare (scaldabagno, lavatrice, lavastoviglie, computer, condizionatori d’aria, forno elettrico)
*

lettura e tutte le indicazioni contenute nella busta posta sul contatore, se già installato.

tornatop

Documenti da fornire

*

Istanza contenente una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà nella quale si dichiara la regolarità edilizia dell’immobile (D.P.R 380/2001 – Testo unico per l’edilizia e successive modificazioni)
*

stralcio planimetrico della zona nella quale è ubicata l’abitazione da allacciare; tale documento non è richiesto se l’abitazione fa parte di un edificio composto da più di quattro unità immobiliari (tra appartamenti e locali) o è già allacciato alla rete elettrica
*

autocertificazione di residenza anagrafica, se la persona a cui va intestato il contratto ha la residenza nell’abitazione da allacciare; nel caso di variazione della residenza anagrafica, è prevista la sottoscrizione dell’impegno a presentare la documentazione entro 5 mesi dalla data del contratto
*

fotocopia del documento di riconoscimento della persona alla quale deve essere intestato il contratto
*

coordinate del conto corrente bancario (nominativo e codice fiscale dell’intestatario, numero del conto, codice ABI e codice CAB) o tipologia, dati identificativi del titolare, numero e scadenza della carta di credito nel caso si voglia usufruire della domiciliazione bancaria o su carta di credito delle bollette: scegliendo la domiciliazione bancaria, postale o su carta di credito delle bollette, non viene chiesto il deposito cauzionale.
*

Il modulo dell’istanza è reso disponibile da Enel Servizio Elettrico. Il contratto può essere concluso solo dopo aver restituito l’istanza sottoscritta e compilata seguendo le istruzioni indicate
*

I moduli relativi alle autocertificazioni e alla domiciliazione bancaria o su carta di credito vengono inviati con il contratto da sottoscrivere.


tornatop

Cosa fare

*

preparare i dati e i documenti necessari;
*

collegarsi a www.prontoenel.it o chiamare il nostro numero verde 800 900 800 o recarsi nel QuiEnel più vicino
*

restituire, compilata e firmata, la documentazione inviata da Enel Servizio Elettrico (spese postali a carico Enel), seguendo le indicazioni riportate nella lettera di accompagnamento
*

pagare le spese contrattuali, che di norma sono addebitate sulla prima bolletta.


Per quanto riguarda la messa in opera dei termosifoni dica al proprietario che deve provvedere lui, a meno che non ritiene che il riscaldamento si un optional, come pure la caldaia per alimentarlo.
Poi, cara Anna, rifletta e valuti se ne vale la pena, visto che ci sono tanti problemi.
Cordiali saluti
geom. Oreste Terracciano
Top
Profilo Invia messaggio privato
jazz74



Registrato: 23/09/09 13:20
Messaggi: 44
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Mer Ott 14, 2009 10:34 am    Oggetto: Rispondi citando

Non vorrei dire una sciocchezza delle mie , ma credo che l'allaccio in prima battuta spetta al prop. per il semplice motivo che lui ha tutte le conformita degli impianti, PDR e quant'altro.
Seconda motivazione perchè nel momento che si stipula ACEA ENEL ENI gas&power e tutti gli altri applicano delle spese contrattuali non indifferenti + una certa somma come deposito cauzionale per il contatore che comunque rimane all'interno dell'immobile. Al conduttore spettano le spese della voltura che gli arriveranno in bolletta.
Quindi io gli proporrei questo
Caro prop. a te l'allaccio a me la voltura. Altrimenti allaccio io, ma quando vado via faccio desdetta per recuperare il deposito ed a te poi spetta farlo più in là.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Rapporti tra Proprietario e Inquilino Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi

Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
iCGstation v1.0 Template By Ray © 2003, 2004 iOptional






Annunci Gratuiti | Case e Appartamenti | Annunci case | Case e Appartamenti a Milano | Case Roma Privati | Ricerca Appartamenti in Affitto | Annunci immobiliari | Agenzia immobiliare Monza